Ortodonzia


Ogni trattamento ortodontico sarà preceduto da una fase diagnostica che prevede: fotografie intra ed extra-orali, impronte, valutazione della masticazione e della posizione abituale, misurazioni della lastra laterale del viso e analisi della radiografia panoramica, valutazione dello stato di salute articolare, delle gengive e dentale.

Ogni terapia ortodontica richiede una fase diagnostica che contempla:
informazioni sullo stato di salute generale del paziente, fotografie intra-orali e del viso di fronte e di profilo, impronte delle arcate dentali, valutazione dell’occlusione dentaria.
L’esame del paziente deve comprendere l’osservazione dello stato di salute dell’articolazione temporo-mandibolare, delle gengive e dei denti.
Sono inoltre fondamentali ai fini diagnostici le radiografie: laterali del cranio con il tracciato cefalometrico e la panoramica.
Tali esami sono l’elemento base per poter intraprendere una terapia ortodontica corretta e servono per la valutazione dei rapporti tra lo scheletro facciale, i denti e i tessuti molli del viso, al fine di formulare una diagnosi che tenga conto di queste componenti.
Sono indicati ulteriori esami più approfonditi nei casi che si presentano più complessi.